A me è piaciuto, e pure molto.

Questa è tutta la recensione di Interstellar che avrete da me.

Perchè?
Perchè mi son rotta dei sapientoni in giro che se la menano di sto film e di altri prima di lui (vedi Gravity) dove invece di andare a godersi due ore e mezza buone di fantascienza, vanno a spendere 12 euro per vedere un film in IMAX e massacrarlo perchè non è scientificamente corretto.

A voi dico, che spendete soldi per una cosa che gia’ in partenza saprete che non vi piacerà. Complimenti!

La fantascienza si chiama così perchè è FANTAstica, immaginaria, non possibile ai giorni nostri.
Se andate cercando della verità scientifica avete sbagliato sala, avete sbagliato cinema, statevene a casa a vedere Piero Angela.

Nulla contro Piero Angela, anzi io sostengo e promuovo la divulgazione scientifica!

Ma pensare di andare a vedere un film di fantascienza e pretendere un documentario della NASA sulle ultime novità aerospaziali, è come comprarsi i leggings push-up e pretendere di vedere allo specchio Angelina Jolie, fantascienza appunto.

Perchè nessuno dice mai una parola quando in un mondo similterrestre invece appaiono elfi e draghi?

sowhat_interstellar_anne_hathaway

Interstellar è un bel filmone di due ore e mezza, che ti tiene con le unghie ben piantate nei braccioli, una fotografia meravigliosa che in IMAX rende ancora di più e un missaggio audio molto interessante e funzionale alla storia che sempre in IMAX rende proprio l’idea in certi momenti di quello che si sta vivendo, come ad esempio la roboante partenza della navicella che fa tremare le poltrone effetto vibromassaggiatore.

Questo effetto audio sento/non sento e la incredibile colonna sonora di Zimmer sono un chiarissimo omaggio al film di FAntascienza con la F e la A maiuscole, 2001 odissea nello spazio.. mentre ho apprezzato lo stesso effetto tentato anche in Gravity, e non un errore del missatore.

D’altronde da Christopher Nolan non mi aspettavo niente di meno.

La trama non mi è chiara in alcuni punti ancora, ma invece di gridare alle lacune mi riservo il diritto di riguardarmelo più e più volte come continuo a fare per Inception, scoprendo ad ogni visione un dettaglio in più che mi era sfuggito ed entusiasmandomi per la scoperta.

Ho notato, o meglio, altri dettagli mi hanno fatto pensare ad altri elementi ma probabilmente sono pare mie, tipo il robot umoristico l’ho identificato come un incrocio fra Marvin e Bender.. mentre gli esseri pentadimensionali mi hanno giustamente fanno notare potrebbero essere tranquillamente i topini pandimensionali di Adams.

C’e’ da dire che dopo sto film un Gotto Pangalattico ci stava.

Se vi interessa una recensione più dettagliata fatemi sapere qui sotto nei commenti.

E a voi, Interstellar è piaciuto?

 

blackhole-movie-wormholeinterstellarinterstellar_poster_by_theossfx-d7jk043


Hai qualcosa da dire?